Il possessore di un assegno bancario, in cui non figuri l'indicazione del prenditore oppure cui l'assegno sia stato girato dal primo prenditore o da ulteriori giratari, sia con girata pienza che con girata in bianco, ha diritto al pagamento dello stesso in base alla sola presentazione del titolo

Novità

[ archivio novità ]

14/09/2011
Corte di Cassazione 14 luglio 2010 n.16556

Il possessore di un assegno bancario, in cui non figuri l'indicazione del prenditore oppure cui l'assegno sia stato girato dal primo prenditore o da ulteriori giratari, sia con girata pienza che con girata in bianco, ha diritto al pagamento dello stesso in base alla sola presentazione del titolo, senza che, se presentato per il pagamento direttamente all'emittente, questi possa pretendere che il titolo contenga anche la firma di girata di coluio che ne chiede il pagamento, applicandosi a tali ipotesi la disciplina dei titoli al portatore.
Immobili. Punito che affitta a un clandestino Chiusura facilitata: pagano l'Irpef i soci di Snc e Sas Corte di Cassazione, Sezioni Unite, 14 luglio 2010 n.16508 STATO DI FAMIGLIA SENZA IMPOSTE PERDITE SUI CREDITI CON DATA CERTA DISCO ROSSO AI FORMALISMI CHE PREGIUDICANO L'IVA IL FISCO SPINGE SULLE FUSIONI Evasione fiscale, Siciliotti punta sul redditometro Cure dai dentisti con tariffe sociali SCUDO FISCALE: RESIDENZA FISCALE IN ITALIA O ALL'ESTERO?